JoomlaLock.com All4Share.net

A.N.Co.Re.

Associazione Nazionale Counselor Relazionali

L'Associazione A.N.Co.Re. Prossimo Convegno A.N.Co.Re Il counseling relazionale A.N.Co.Re. Locandina Front A.N.Co.Re. Locandina Back

L’ Associazione Nazionale Counselor Relazionali A.N.Co.Re è


Il prossimo convegno A.N.Co.Re. Creatività ed espressività

Che cos'è il Counseling relazionale
Il Counseling Relazionale…



A.N.Co.Re. rappresenta un associazione professionale che…



Ancore rappresenta un associazione professionale che si muove…

Roma 22 Gennaio 2019 –  Esce oggi la sentenza del Consiglio di Stato che annulla la sentenza del TAR del 17 Novembre 2015 n. 13020, sentenza impugnata da Assocounseling ( e a sostegno dalle altre associazioni di counseling), Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero della Salute versus Consiglio Nazionale dell’ordine degli psicologi, relativamente all’iscrizione di Assocounseling nell’elenco delle associazioni ai sensi della legge 4/2013 tenuto dal MISE.

 “ Giustizia è fatta – esclama soddisfatta la Presidente del CoLAP Emiliana Alessandrucci – il Consiglio di Stato con chiarezza annulla la sentenza del TAR che cancellava l’iscrizione all’elenco del MISE di Assocounseling. Dopo anni di attacchi finalmente abbiamo ottenuto la giusta risposta, sarebbe utile se qualcuno oggi chiedesse scusa ai migliaia di Counselor professionisti vittime continue di vessazioni e illazioni. Dopo la lettera irrituale di ieri del Ministero della Salute, il nostro mondo si è sentito colpire dalle Istituzioni, quelle istituzioni che dovrebbero invece includerlo e proteggerlo. Una lettera del Ministero della Salute che dichiarava riservata agli psicologi l’attività dei counselor, quando all’interno di un procedimento giudiziario stava formalmente difendendo la posizione del Consiglio Superiore di Sanità che riconosceva il counseling e i counselor ci è sembrata incomprensibile e lesiva degli interessi dei professionisti e dei loro clienti; fatti come questi rischiano di danneggiare  l’immagine delle Istituzioni e alimentare quel senso di sfiducia tra i cittadini e gli organi dello Stato  che davvero fa male al paese e alla nostra economia.”  

Leggi di più

Condividi con:
loading...